Il nepotismo dell’amministrazione Izzo è sotto gli occhi di tutti. Non solo per alcuni incarichi tecnici ma anche per quelli legali, affidati senza alcun criterio democratico e trasparente. L’ultimo caso in ordine cronologico è il pagamento di un acconto di circa 7.000 € al nipote dell’assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Cellole in qualità di Coordinatore della sicurezza di un cantiere per Lavori di adeguamento e sistemazione di due immobili in loc. Borgo Centore e Cellole. Chiediamo a voce alta, Mai più avvocati e tecnici privilegiati, accogliere tale proposta sarebbe un gesto di civiltà amministrativa, di trasparenza e di efficienza. L’idea già messa in atto da molti altri comuni è di  creare liste ad hoc, per tutti coloro che saranno interessati a collaborare con l’Ente  presentando domanda e selezionati con un criterio di scorrimento.

Determina n.49 del 18 marzo 2014

G.A. – Nucleo di Cellole