Sessa Aurunca fuori dai finanziamenti per il turismo ed eventi 2016-17.

Una doccia fredda per tutta la comunità aurunca è giunta in queste ore, dopo che si è saputo che la nostra città è stata esclusa dalla pioggia di finanziamenti regionali per eventi culturali e turistici promossi dalla Regione Campania.

Con la delibera n. 339 del 20 luglio scorso la Giunta regionale aveva destinato  ulteriori risorse incrementando di  2.000.000 euro la sezione “Eventi di rilevanza nazionale ed internazionale” e di 750.000 euro quella delle ”Iniziative promozionali sul territorio regionale”. Quindi l’importo complessivo stanziato ammontava  6.750.000 euro, di cui 5.000.000 euro per la Sezione “Eventi di rilevanza nazionale ed internazionale” e 1.750.000 per la seconda sezione.

Tutte le proposte progettuali pervenute relativamente al periodo “Giugno 2016 – Gennaio 2017″ sono state poste all’attenzione della Commissione regionale deputata alla loro valutazione che ne ha studiato l’adeguatezza e la rispondenza ai criteri di sviluppo turistico del territorio e promozione dei luoghi in cui si intende operare attraverso questi importanti strumenti culturali che la Regione ha saputo apprezzare finanziandoli.

Il primo ad accorgersi di questa opportunità era stato il consigliere comunale Avv. Alberto Verrengia, che aveva sollecitato l’Amministrazione Comunale, durante il primo consiglio comunale dell’era Sasso, a partecipare immediatamente al bando per dare a Sessa Aurunca una grande opportunità. Il Sindaco aveva accolto prontamente l’invito approvando la delibera n. 120\16 con un progetto culturale su Sessa Aurunca.

Su 41 progetti finanziati (di città ben meno importanti culturalmente della nostra) Sessa Aurunca è arrivata 46esima.

Una bruciante esclusione che ha mostrato la debolezza della cosiddetta “Filiera Istituzionale” su cui il Sindaco Sasso aveva costruito la campagna elettorale.

E’ amareggiato il cons. comunale Alberto Verrengia: “Una delusione cocente che danneggia il nostro Territorio, figlia della confusione che regna dall’inizio dell’insediamento di questa Amministrazione Comunale”.

Male anche Cellole, esclusa dal bando.

GA

DECRETO_DIRIGENZIALE_DIP51_1_N_91_DEL_08-08-2016