Dopo le diverse richieste di chiarimento, pervenuteci da alcuni agricoltori del territorio Aurunco, riguardo la questione “Revisione periodica delle macchine agricole“, ci siamo impegnati per cercare di rendere più chiaro il quadro della situazione.

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 149 del 30 giugno scorso è stato pubblicato un primo decreto attuativo in riferimento alla «Revisione generale periodica delle macchine agricole e operatrici, ai sensi degli articoli 111 e 114 del decreto legislativo 30-4-1992, n. 285».

Il decreto in questione conferma l’entrata in vigore del provvedimento per il prossimo 31 dicembre 2015 e stabilisce che i primi a dover essere sottoposti a revisione (entro il 31-12-2017) saranno i trattori immatricolati entro il 31-12-1973.

Nel dettaglio il decreto prevede che:

  • La revisione delle macchine agricole e operatrici avrà periodicità quinquennale;
  • Le macchine agricole soggette a revisione saranno i trattori agricoli immatricolati (con e senza pianale di carico), le macchine agricole operatrici semoventi a due o più assi immatricolate (tipo mietitrebbie, vendemmiatrici ecc) e i rimorchi agricoli immatricolati; le macchine operatrici soggette a revisione saranno tutte quelle definite nell’art. 58 del CdS e soggette a immatricolazione;
  • Il Ministero dei Trasporti stabilirà procedure semplificate di aggiornamento della carta di circolazione per le macchine agricole immatricolate in data antecedente al 1 gennaio 2009;
  • È prevista la possibilità di effettuare la revisione in loco o direttamente a domicilio dell’utenza con l’utilizzo di officine mobili;
  • I trattori agricoli saranno sottoposti a revisione a partire dal 1 gennaio 2016 mentre le macchine agricole operatrici semoventi e i rimorchi agricoli a partire dal 1 gennaio 2018
  • Le macchine operatrici (quindi macchine movimento terra ed altre soggette all’art. 58 CdS) saranno sottoposte a revisione a partire dal 1 gennaio 2019;
  • Il decreto (allegato) contiene un prospetto che definisce lo scadenzario dei controlli di revisione per i trattori agricoli; esso varia in base alla data di prima immatricolazione del mezzo.

Prima della fine dell’anno è atteso un secondo decreto attuativo che dettagli in modo specifico le modalità di esecuzione della revisione dei mezzi agricoli.

scadenze-revisione

Generazione Aurunca per l’agricoltura