SESSA AURUNCA: Si preannunciano ore infuocate per il primo cittadino Silvio Sasso, costretto ormai a “rimettere insieme i  cocci” della sua stessa maggioranza, in vista del Consiglio Comunale previsto per il prossimo 23 Agosto, nel corso del quale al vaglio del civico consesso ci sarà il Bilancio Comunale.

Solo pochi giorni fa, il Sindaco Sasso aveva diramato tramite il suo profilo Facebook un comunicato nel quale sminuiva la portata della crisi di maggioranza in atto e nel quale esprimeva la sua volontà di non fare passi indietro, soprattutto riguardo alle decisioni già prese in merito alla composizione della Giunta Comunale. 

Malgrado le rassicurazioni di Sasso, ancora oggi risultano essere diverse le posizioni, in seno alla maggioranza, mosse dallo scetticismo riguardo alla convinzione del Sindaco nel proseguire la strada della propaganda piuttosto che quella del buon governo della città. 

Massimo Schiavone, non intenzionato ad avallare “scimmiescamente” le scelte di Sasso, riguardo al prossimo Consiglio Comunale  ha dichiarato: ” Dopo l’esito del consiglio comunale del 23 non esiteremo neppure per un istante ad inviare il carteggio alla Magistratura contabile, stante le macroscopiche incongruenze contabili al limite del FALSO IN BILANCIO.

A nessuno si può chiedere di rispondere in proprio, anche a livello patrimoniale, per il capriccio di un sindaco che ha deciso di essere “ONE MAN BAND”, “un Erdogan arrogante e sordo, incapace di ascoltare consigli nell’interesse esclusivo della Comunità Aurunca.”

Non totalmente priva di fondamento la posizione del giovane Consigliere Comunale, che avvalorando il parere negativo espresso dai Revisori dei Conti, tenta di far riflettere isuoi colleghi amministratori sulle reali responsabilità che loro hanno nel votare un documento contabile sul quale si è volutamente PERDERE TEMPO.

Massimo Schiavone a sx e Silvio Sasso a dx