Finalmente si chiudono delle Campagne elettorali per Cellole e Sessa davvero poco esaltanti, non solo nella qualità e nelle tematiche. ma anche per le vicende che sono avvenute in entrambe le cittadine Aurunche nei giorni scorsi. A Cellole le compagini hanno dato vita ad una pessima campagna elettorale fatta di diffamazioni, calunnie, scontri personali, critiche e scarsa comunicazione. Dopo le parentesi luminose degli scorsi anni, Cellole vive un momento scuro e difficile che speriamo si diradi presto. A Sessa Aurunca invece lo scontro nel PD con venature tragicomiche con una guerra tra gruppi, hanno reso questa campagna elettorale per le regionali 2020 più uno scontro tra gang politiche che di tematiche e progetti.

Ecco perché in tanti cittadini sia di cellole che di Sessa, ci si indirizza al non voto o al voto al “meno peggio” . Per meno peggio si intende colui che avrà fatto meno danni alla comunità, che avrà fatto meno promesse, che avrà fatto meno clientela, che avrà una maggiore qualità e competenza, che sia meno ignorante e soprattutto non faccia i propri interessi.