La forte presa di posizione di Antonio Fusco, nei giorni scorsi, dimostrando coraggio ed indipendenza, ma soprattutto la scesa in campo del giovane professionista sessano per fermare l’avanzata della cosiddetta “Coalizione degli interessi” capeggiata da candidato di sistema Lorenzo di Iorio delineano la figura di un candidato, che fuoriesce dai canoni della solita casta politica. Ecco perché Fusco non piace alla politica tradizionale avversato all’interno e all’esterno per una indipendenza ed autonomia di pensiero, ma soprattutto perché non disponibile ai soliti giochi di palazzo.

Viceversa Antonio é estremamente popolare su tutto il territorio aurunco tra donne, città liberi e giovani, ossia tra le persone che hanno potuto ammirare la sua disponibilità, competenza e umanità. A questo si unisce un profilo, una immagine ed un livello culturale adeguato al ruolo.

I soliti noti della politica sessana sono quasi tutti inquadrati tra le fila dello schieramento oliveriano, potrà Antonio Fusco riscattare questa città impedendo l’ultimo colpo al futuro del territorio?

Categorie: Politica