E’ Sessa Aurunca l’epicentro dello scontro nel Partito Democratico del territorio, tra i candidati Gennaro Oliviero e Massimo Schiavone. Nelle prossime ore, secondo indiscrezioni, si svolgeranno quasi in contemporanea le inaugurazioni delle due sedi a dimostrare plasticamente la sfida in città anche sul numero dei presenti all’evento.

Mentre nel territorio aurunco si svolge il braccio di ferro, il favorito alla corsa, Stefano Graziano allunga il suo vantaggio per l’unico seggio a disposizione nel partito.

Viaggia a gonfie vele il candidato civico Giovanni Zannini di Mondragone che riscuote un bel successo tra gli amministratori. A Sessa Aurunca, gode del sostegno esclusivo dell’ex consigliere Francesco Gagliardo e degli amici di sempre.

Zannini va forte, così come Gianpiero Zinzi, il quale gode di un voto di opinione e stima molto vasto ma anche di un sostegno affettuoso dei tanti amici che tra Sessa, Falciano, Cellole, Mondragone, Roccamonfina, Galluccio, Teano sono in campo per il giovane deputato.

Regionali, dunque con qualche certezza ma con tante incognite sull’esito di alcuni candidati. Per alcuni potrebbe essere una svolta epocale per tutto il territorio.