Pubblicato nei giorni scorsi, il Report di Analisi Ambientale che analizza e valuta i potenziali impatti attesi dagli interventi del Grande Progetto “La bandiera blu del Litorale Domitio” nei sette Comuni della Provincia di Caserta tra loro territorialmente connessi: Carinola, Cellole, Castel Volturno, Francolise, Mondragone, Sessa Aurunca e Villa Literno; per un progetto che punta al miglioramento della balneabilità delle acque marine del 100% del litorale Casertano, 45 km di costa Tirrenica dal Lago Patria al fiume Garigliano, interessando una superficie complessiva di 476 kmq  (il 18% della nostra Provincia). Verranno pertanto realizzati i completamenti dei sistemi fognari, che presentano inefficienze anche dovute ad una espansione urbanistica non controllata e saranno potenziati e realizzati ex novo i sistemi di depurazione delle acque reflue. Oltre alla tutela dell’ambiente, il progetto mira ad incrementare l’attrattività turistica del litorale Domitio, area caratterizzata da un elevato potenziale, a servizio di un bacino di utenza che interessa non solo flussi regionali, ma anche flussi turistici nazionali ed internazionali. Il progetto si propone di porre nuove basi per lo sviluppo socio economico del territorio domitio e si sostanzia in un intervento complesso articolato in progettualità distinte ma connesse, tutte riconducibili allo stesso obiettivo; rappresenta lo strumento attraverso cui realizzare un insieme coordinato e sinergico di azioni di miglioramento dell’ambiente, di riqualificazione di vaste aree urbane oggi degradate e di promozione turistica del Litorale Domitio-Aurunco.

Di seguito è riportata una prima valutazione circa le influenze delle attività previste dal GP in relazione alla capacità di contribuire direttamente o indirettamente, in modo positivo o negativo al perseguimento degli obiettivi di sostenibilità ambientale individuati per il POR FESR 2007-13. L’analisi considera, classificandole come di breve periodo, anche le influenze positive e negative esercitate in fase di cantiere. I criteri di valutazione di seguito riportati sono quelli in relazione ai quali sono state considerate le influenze individuate: PD INFLUENZA POSITIVA DIRETTA Influenza diretta a carattere positivo PI INFLUENZA POSITIVA INDIRETTA Influenza indiretta o incerta a carattere positivo ND INFLUENZA NEGATIVA DIRETTA Influenza diretta a carattere positivo NI INFLUENZA NEGATIVA INDIRETTA Influenza indiretta a carattere negativo R LIVELLO REGIONALE Effetto con ricadute su scala regionale L LIVELLO LOCALE Effetto con ricadute su scala locale BP BREVE PERIODO Ricadute a breve termine LP LUNGO PERIODO Ricadute a medio e lungo termine

L’analisi valutativa è stata condotta attraverso l’utilizzo di una matrice che mette in relazione le tipologie di intervento previste nell’ambito del Grande Progetto e gli obiettivi di sostenibilità ambientale sui quali si prevede che il Grande Progetto possa avere un influenza positiva o negativa sia di natura diretta che indiretta. Il risultato di questa prima valutazione evidenzia come la natura e la tipologia di interventi previsti sia in grado di contribuire in modo diretto e positivo al perseguimento di diversi obiettivi di sostenibilità ambientale previsti dal POR FESR Campania 2007-2013 e dal Rapporto Ambientale per la VAS. Tali 8 obiettivi sono legati principalmente alla componente Salute umana, Acque e Ambiente urbano come è possibile osservare dalla matrice di seguito riportata.

Ad esempio, la realizzazione di nuovi impianti di trattamento delle acque reflue, ha influenza Diretta a carattere Positivo con ricadute a Medio e Lungo Termine, sull’obiettivo Salute, riducendo la percentuale di popolazione esposta agli inquinamenti e gli impatti delle sostanze chimiche pericolose sulla salute umana e sull’ambiente.

ia1

 

OB

 

gp3

Potenziali impatti derivanti dalla realizzazione degli interventi del G.P.

se

s1s2  p4ce

Leggi qui tutto il Report sul G.P. Bandiera Blu revisione 11 febbraio 2016

Il report di Analisi Ambientale degli Impatti Attesi del Grande Progetto “Bandiera Blu del Litorale Domitio” è stato realizzato sulla base delle informazioni progettuali acquisite dal Beneficiario del GP – Arcadis ed è stato curato da: Dott. Mariano Serra (RUP del GP) – Arcadis Dott. Pierfrancesco Fighera – Sogesid S.p.A. Dott. Ferdinando D’Argenio – Sogesid S.p.A. Dott.ssa Melania Romano – AT POR FESR Campania Autorità Ambientale della Regione Campania

 

 

Mario Nardella per Generazione Aurunca