Partiamo subito con idee chiare e decisive per una campagna di promozione che spalanchi le porte del mercato locale e nazionale alle eccellenze aurunche del settore enogastronomico.

Le fiere sono tra i più efficaci strumenti di marketing perché la partecipazione alle manifestazioni offre l’opportunità di presentare un quadro tangibile del prodotto, rafforzarne l’immagine e conoscere le nuove tendenze del mercato: sono quindi ben oltre una semplice vetrina per curare i contatti personali con i clienti e i partner, osservare la concorrenza o acquisire nuovi clienti.

Seppur i tempi sembrano essere corti, ma dal giorno dopo dalla tornata elettorale cominceremo alacremente a lavorare per l’organizzazione di una fiera territoriale tra le più ambiziose del territorio.

Si partirà con umiltà e semplicità, ma una esposizione delle nostre eccellenze servirà ad attrarre curiosità, interesse e visitatori.

Protagonista al di sopra delle parti saranno l’ Olio Dop “Terre Aurunche” ed eccellenze vitivinicole a partire dal Falerno e non solo.

Uno spazio sarà riservato anche all’intreccio con la gastronomia aurunca quella di pregio: casearia ed ortofrutticola.

Un progetto ambizioso che vedrà la luce, nel caso dovessimo avere l’onere e l’onore di guidare questo territorio, nel prossimo periodo invernale con sponsorizzazioni a livello regionale e nazionale.

Sono già stati avvisati esperti internazionali del settore della degustazione affinchè tale evento possa avere un eco profondo e ampio.

Dovranno essere coinvolte tutte le aziende del territorio e soprattutto, quei comuni che hanno impegnato idee e risorse per lo sviluppo di queste eccellenze.

Una nota di merito va in questi anni all’iniziativa Sessa Jazz and Wine che è stata tra le prime ad intuire l’importanza di promuovere le eccellenze utilizzando uno spazio perfetto come quello della piazza del Castello Ducale.

La motivazione che ci ha spinto negli anni a spendere le nostre forze per la tutela, salvaguardia, e promozione passa anche dalla reale consapevolezza di accendere un faro sulle nostre eccellenze, al fine di fortificare gli squisiti prodotti locali, il settore turistico, e l’ossigeno necessario che solo una dettagliata e corretta gestione delle risorse possa essere speso per la rivitalizzazione del territorio.

Alberto Verrengia