L’animo umano può raggiungere talvolta picchi di cattiveria gratuita che lasciano senza parole. Ciò che è successo ieri in Rongolise di Sessa Aurunca (CE) è davvero di una crudeltà raccapricciante.

Vi riportiamo la telefonata ed il racconto a Generazione Aurunca della signora Angela Iacobucci ancora sconvolta ed incredula per ciò che ha subito il suo amato cane. ” La mattina mi sono alzata verso le ore 6,00 come di consueto e di prassi e la prima cosa che faccio è aprire la porta di casa perché ci sono vicino all’uscio i miei tre cani (Asia, Fiocco e Jack  oltre il gatto Romeo), che mi aspettano per essere un pò coccolati e per avere i croccantini. Ieri mattina invece aprendo la porta ho trovato solo due cani e il gatto, ma mancava Jack il cane nero. Sono andata a cercarlo nel mio terreno ma del cane non vi era neanche l’ombra.  All’improvviso mi sono ricordato le parole riferite dal signor C.G. qualche tempo prima, e cioè che lui stava camminando in un fondo di terra  e si era trovato davanti alcuni cani morti. Suggeritomi di andare nel bosco da altri residenti, mi sono avviata per il sentiero indicatomi e mentre camminavo vedevo effettivamente peli di animali e giunta quasi alla fine del fondo ho trovato il mio cane Jack appeso ad un albero di ulivo con un guinzaglio scuro di quelli che si portano i cani a passeggio e lingua penzoloni e liquido dalla bocca. Erano circa le ore 09,10 ed ho avvisato immediatamente i Carabinieri che sono arrivati tempestivamente sul posto ed  hanno allertato i veterinari della ASL di Caserta“.  I Carabinieri hanno redatto  verbale e successivamente i dottori dell’ASL hanno verificato il microchip dell’animale. La proprietaria ha rinunciato all’autopsia essendo chiaro il motivo del decesso. Dunque, esiste qualche personaggio in Rongolise che giustizia in modo barbaro degli animali e lo fa con una crudeltà malvagia.

La signora Iacobucci ha inviato anche le foto che mostrano l’efferato crimine con il cagnolino giustiziato, foto che noi per evitare di urtare la sensibilità di molti di voi abbiamo preferito di non pubblicare.

Generazione Aurunca invita chiunque avesse notizie a rivolgersi alle Autorità competenti per fermare questi gesti criminosi nei confronti di bestioline indifese.

GA