Poche ore fa il Sindaco di Cellole Angelo Barretta ha annunciato l’arrivo all’Arena dei Pini di Baia Domizia dell’amato cantautore romano Antonello Venditti. Il 18 Agosto alle ore 21,00, dunque, in Baia Domizia l’artista si esibirà in uno dei suoi splendidi concerti live.

Un evento fortemente voluto dalla Giunta di Cellole e dall’assessore al ramo Franco Sorgente.

Intanto, la stagione è alle porte ed i residenti della località Domiziana sono divisi tra gli elogi al lavoro in atto a Baia Domizia sud di Cellole e le critiche per l’abbandono di Baia Domizia nord di Sessa Aurunca.  Il dibattito si è sviluppato sulla pagina “Ami Baia Domizia se” frequentata dai villegianti di Baia Domizia dove vengono riversate richieste, segnalazioni e consigli da parte dei turisti.

Il commento che ha aperto il dibattito è della sig.ra M. R. Scafati che chiede a gran voce dignità per Baia Domizia di Sessa Aurunca, meno chiacchiere e più impegno: “Caro sindaco di Sessa Aurunca Silvio Sasso /Silvio Sasso Sindaco spero che legga i nostri post e i nostri commenti di tanto in tanto. Noi che abbiamo casa a Baia Domizia vorremmo più fatti e meno parole. Mentre il sindaco Angelo Barretta sembra cosi attivo sul territorio sia di Cellole che di Baia sud, noi da parte dell’amministrazione di Sessa non abbiamo ancora visto niente. Il centro è ancora in uno stato di degrado e abbandono e siamo alle porte della stagione, non ci sono ancora delle attività in programma per noi che abbiamo casa li, e che per passare le serate spesso siamo costretti ad emigrare verso il Lazio… ma possibile che non viene in mente a nessuno di realizzare degli eventi in cui mettere dei servizi navetta tra baia e sessa? Possibile che la comunicazione manchi cosi tanto addirittura di affissate un manifesto delle attività che si svolgono in paese anche giù da noi? Possibile che non si possono realizzare degli eventi itineranti tra sessa e baia alla riscoperta dei prodotti tipici e dei luoghi come il ponte del Garigliano con la foce, la pineta, il centro di baia e tutto quello che c’è da vedere a sessa come il duomo, il teatro romano e il borgo medievale? E non credo che gli sponsor mancano perché è un torna sole anche per le loro aziende. Possibile non saper sfruttare le potenzialità di questo territorio che ha veramente bisogno di un riscatto!?!? Perché Baia Domizia non è solo Patrizia di Tony Tammaro, camorra, terra di lavoro ecc ecc… un consiglio che posso dare? Diamoci una
svegliata se veramente ci si vuole ridare una dignità a questo paradiso abbandonato !!!e soprattutto è bene precisare che non sono l’unica a pensare questo!!!”