Non cessa l’attività dell’associazione Arcadia Castelforte e dei suoi associati, anche durante questo periodo del Covid 19 rimane alta l’attenzione a disponibilità e l’impegno nella salvaguardia del territorio. Infatti nei giorni scorsi cittadini di Castelforte ha allertato personale dell’associazione circa la presenza di uno sciame di api che si erano poggiate su una pianta di frutta in fiore nella frazione di Capo di Ripa, storica e popolata frazione del Comune Pontino. L’alveare penzolante di notevoli dimensioni aveva allarmato le famiglie del vicinato che temevano conseguenze soprattutto per i bambini, in previsione di altro spostamento dell’alveare, poiché questi sono costretti a passare gran parte della giornata sui balconi non potendo giocare ancora nei giardinetti pubblici. A risolvere il “problema” sono intervenuti, muniti di mascherina e abbigliamento apistico il presidente dell’associazione con sede in Castelforte Angelo Veglia e l’associato Rosato Antonio, iscritto al corso che fino a prima dello stop dovuto all’emergenza si stava tenendo presso la sede parrocchiale della chiesa di Santa Maria del Buon Rimedio di Suio Forma. La vista dei due giovani bardati come fosse carnevale, vestiti di giallo, con copricapo tipo Robocop, guanti da Supereroe e pistola affumicatoio, ha destato interesse da parte delle persone del circondario, tanto è vero che i bambini con i cellulari dai balconi non si sono risparmiati nel fotografare gli apicoltori mentre rimuovevano lo sciame di api. Alla fine i due Supereroi si sono meritati il ringraziamento dei residenti per il servizio prestato, ma soprattutto per aver messo al sicuro la colonia di api insetto definito protetto importante per la salute dell’uomo. E per non farci mancare mai il lavoro nei giorni successivi altre richieste sono giunte dalla frazione Suio Paese dove uno sciame aveva scelto di poggiarsi su una grande pianta di acacia vicino al castello baronale, la scorsa domenica si è dovuti intervenire sempre in Castelforte presso un’abitazione privata per calmare gli occupanti agitati dal ronzio delle api poggiate su un tronco, appena concluso l’intervento il personale si è dovuto di nuovo mettere all’opera nel comune di Formia dove sulla finestra di una villetta aveva appena trovato il giusto ristoro uno sciame di notevoli dimensioni, infine per ordine di tempo nella sera del 12 maggio è stato rimosso uno sciame primario che si era poggiato nelle vicinanze dell’attività commerciale “Pellicano” nel comune di S.S. Cosma e Damiano, anche in questa occasione il recupero è stato uno spettacolo per i clienti del negozio e per i passanti. L’attività svolta è encomiabile questo è stato il giudizio dei tanti che hanno avvicinato gli operatori successivamente ai recuperi degli sciami, in situazioni analoghe si invitano tutti a contattare personale dell’associazione Arcadia anche via mail collegandosi alla pagina internet dell’associazione www.associazionearcadia.com