Dopo il grande successo degli anni precedenti, il Liceo Classico “Agostino Nifo” di Sessa Aurunca (CE) partecipa nuovamente, insieme ad altri 435 licei italiani, alla “Notte Nazionale del Liceo Classico”, giunta alla VI edizione. Oggi, 17 gennaio 2020, dall’imbrunire sino a notte fonda, allievi e docenti del Nifo, capitanati dal Dirigente Scolastico Prof. Giovanni Battista Abbate, apriranno le porte dello storico istituto alla cittadinanza, in contemporanea con gli altri licei aderenti, e guideranno gli ospiti in un percorso di conoscenza delle attività curriculari ed extracurriculari, delle strutture, delle persone, della vision e della mission di una scuola antica, per nascita, ma parimenti al passo con i tempi per le opportunità formative, umane e culturali che offre ai propri iscritti e non solo. Sarà una serata all’insegna della cultura e dell’accoglienza; numerosi i laboratori che vedranno impegnati gli allievi, opportunamente preparati dai docenti: chimica, fisica, robotica, mitologia classica, lingua italiana, letteratura latina, letteratura greca, lingua straniera, legalità, restauro, storia, giornalismo. Saranno inoltre messi a disposizione degli ospiti un convivium di pietanze romane, una tavola medievale, un angolo del tè e un buffet moderno. L’iniziativa della Notte Nazionale del Liceo Classico è nata nel 2015 da un’idea del Prof. Rocco Schembra, docente di Latino e Greco presso il Liceo Classico «Gulli e Pennisi» di Acireale (CT) e coordinatore nazionale dell’evento, per dimostrare in maniera evidente che il curricolo del Classico, nonostante tutti gli attacchi subiti in quegli anni, era ancora pieno di vitalità e popolato da studenti motivati, ricchi di grandi talenti e con abilità e competenze che oltrepassavano di gran lunga quelle richieste a scuola. La NNLC ha fatto breccia nell’opinione pubblica ed è oggi promossa dal Ministero dell’Istruzione, nell’ambito delle azioni organizzate dalla Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e la Valutazione del Sistema Nazionale di Istruzione a sostegno degli studi classici e umanistici e in partenariato con RAI Cultura e RAI Scuola. Referenti per il Nifo sono la Prof.ssa Marina Gallucci, che fa parte del Coordinamento Nazionale, e la Prof.ssa Ermelinda Vigilante, Vicaria del Dirigente, che coordina le attività interne organizzate dai vari docenti. “La Notte Nazionale del Liceo Classico è più che una festa: essa è innanzitutto un modo alternativo e innovativo di fare scuola e di veicolare i contenuti, un puntare su una formazione di natura diversa che non va a sostituire quella tradizionale, ma le si affianca in maniera produttiva e proficua. Il bello della Notte non è solo nella Notte stessa, ma nei lunghi e laboriosi preparativi che la precedono, che fanno sì che gli studenti identifichino i locali in cui quotidianamente vivono le ansie e le aspettative di un cammino di studio, faticoso ma gratificante, con un ambiente ludico, in cui cultura vuol dire gioia, piacere di condivisione, rispetto dei tempi e delle parti. Tutti insieme, in una Italia finalmente unita nell’ideale di difesa, promozione e salvaguardia delle nostre radici più autentiche, quelle della civiltà greco-romana”, ci ha riferito la Prof. ssa Gallucci come portavoce del Coordinamento Nazionale. Anche quest’anno, quindi, prenderà magicamente forma l’idea del Prof. Schembra e 436 licei classici dislocati su tutto il territorio nazionale apriranno in contemporanea le loro porte ai cittadini, mostreranno agli ospiti un video e un brano comuni e tutta una serie di iniziative variegate e personalizzate, legate al loro piano di studi e all’esaltazione del valore formativo della cultura classica, grazie al protagonismo degli studenti; e in contemporanea i vari licei chiuderanno, con un brano classico comune sul tema della notte. Tra questi lo storico “Agostino Nifo” di Sessa Aurunca, che fu uno dei primi licei classici della provincia di Caserta ad aderire alla Notte Nazionale nel 2017 ed è giunto ora alla quarta partecipazione.