I pendolari del Territorio Aurunco sono agitati e preoccupati per le notizie sul Piano di Trenitalia  di ridurre il traffico da e per la stazione Sessa-Roccamonfina.

La Regione Campania, secondo indiscrezione, sarebbe morosa nei confronti della società
Il Presidente De Luca sui trasporti Campani sta fallendo, così come già evidenziato da numerosi osservatori.
Secondo le prime indiscrezioni, il piano prevederebbe un sostanziale accentramento dei treni per Roma sullo scalo di Formia, sottraendolo a Sessa e Minturno,  creando solo dei collegamenti parziali con la stazione di Sessa Aurunca ed inoltre di conseguenza potrebbero essere soppresse alcune corse della mattina e della sera.
Lo scalo di Minturno-Scauri è anche nel mirino di Trenitalia essendo parte del compartimento campano e ci sono mobilitazioni di pendolari e del Sindaco della città.
Nel Territorio Aurunco, l’allarme è stato lanciato dal consigliere comunale di Sessa Aurunca Avv. Alberto Verrengia, immediatamente raccolto dal Sindaco di Cellole Angelo Barretta e dal capogruppo dell’opposizione di Cellole Guido Di Leone. Si sta materializzando una sinergia bipartizan. Tace, per ora,  il Sindaco di Sessa Aurunca Silvio Sasso.

L’avv. Alberto Verrengia ha evidenziato che: ”  Condivido la grande preoccupazione dei pendolari del Territorio Aurunco per le notizie che giungono, in queste ore, sulla possibile decisione di TRENITALIA di procedere alla soppressione di alcune corse “da e per” la Stazione Sessa-Roccamonfina e dell’accentramento ulteriore a Formia del traffico ferroviario, causato dalla pessima politica sui trasporti della Regione Campania (debiti).”

Pronto l’interessamento del Sindaco di Cellole Barretta ha dichiarato: ” Faremo tutto quanto nei nostri poteri per garantire il mantenimento , anzi dobbiamo chiedere con forza ampliamento ed adeguamento della struttura così come già evidenziato qualche giorno fa. ..Gia da lunedì valuteremo le iniziative da intraprendere con Trenitalia.. anche congiuntamente con sessa aurunca..senza alcuna barriera ideologica , nel rispetto dei territori rappresentati”.
Si aggrega all’appello il capogruppo del Comitato Civico Cellolese Guido Di Leone: “In questi giorni siamo stati contattati da diversi pendolari sia di Cellole che di Sessa Aurunca e stiamo cercando di monitorare la cosa. Il mio gruppo da piena disponibilità a collaborare a tutte le forze politiche del territorio”

Nelle prossime ore si sapranno maggiori notizie.

GA